Pietre e prostatite

Dottor Mozzi Prostatite: Cause e Rimedi naturali

Il trattamento del cancro alla prostata, nuovi metodi

Qui vengono presentati i componenti naturali dei nostri integratori. Serenoa tit. Uno dei più alti dosaggi di serenoa tra tutti gli pietre e prostatite per le funzionalità della prostata. Viene estratta da vivaci bacche rossefrutti di una piccola palma pietre e prostatite, il Saw Palmettooriginaria delle regioni meridionali e subtropicali della costa atlantica del Nord America e di alcune regioni Mediterranee del Nord Africadella Spagna Meridionale e delle Isole Baleari.

Già in tempi lontani le popolazioni indigene avevano scoperto i benefici effetti delle bacche per alleviare le infiammazioni della prostata ed i disturbi urinari a queste connessi.

Numerosi studi clinici in seguito hanno manifestato la sua efficacia nel trattamento della prostata ingrossatafenomeno che come è noto inizia ad interessare alcuni uomini a partire dal trentesimo anno di età. Dotata di grande tollerabilità e priva degli effetti collaterali segnalati nell'utilizzo degli alfa litici e del finasteride ipotensione, eiaculazione retrograda, calo della libidosoprattutto per cure molto prolungate nel tempo.

I principi attivi contenuti nella pianta sono steroli, acidi grassi liberi, carotenoidi, oli essenziali e polisaccaridi. Il meccanismo d'azione dipende dalla combinazione di un effetto antagonista sugli ormoni sessuali, con un'azione antinfiammatoria e diuretica. Questa congestione e aumento di volume, che si verifica nella maggior parte degli uomini sopra i cinquant'anni, comprime la vescica e restringe l'uretra, con conseguente difficoltà a urinare e frequente stimolo alla minzione.

I fiori maschili e femminili sono in genere bianchi, riuniti in infiorescenze terminali. In America del sud, viene usato per preparare infusi, soprattutto in Pietre e prostatite, Argentina e Uruguay. Sempre in Cile, molti anni fa, gli studiosi notarono pietre e prostatite le capre che si nutrivano delle foglie del Boldonon avevano disturbi epatici; da queste osservazioni presero spunto gli studi per giustificare il suo impiego nelle affezioni che colpiscono il fegato. Tra le varie indicazioni terapeutiche si annoverano : Disturbi digestivi e addominali dolori allo stomaco, spasmi del tratto gastro-duodenale, dispepsiaaffezioni del sistema urinario pietre e prostatite urinarie minori, cistitedisturbi epatici dolori epatici, insufficienza della secrezione biliare.

In associazione con gli altri componenticoadiuva il miglioramento del getto urinario e lo svuotamento vescicale senza incorrere nei pesanti effetti collaterali degli alfa litici ipotensione, eiaculazione retrograda.

L'uva ursina Nome scientifico Arctostaphylos uva-ursi della famiglia delle Ericaceae detiene lo scettro del più utile rimedio naturale contro la cistite e le infezioni urinarie in genere. Coadiuva i processi di guarigione nelle infiammazione prostatiche alla base della ipertrofia prostatica o delle prostatiti acute.

L'uva ursina è diffusa nel nord Europa, Asia e nord America; cresce bene anche nell'Italia del Nord e del Centro, in prevalenza sulle Alpi e sugli Appennini. Si presenta come un piccolo arbusto sempreverde a rami striscianti, con foglie coriacee di color verde scuro; i frutti sono bacche globose, rosse, contenenti una polpa acida e farinosa non commestibile.

Il nome uva ursina deriva dal latino uva ursi, poiché gli orsi sono ghiotti dei suoi frutti. Quest'ultimo processo è favorito dall'alcalinità delle urine cioè quando le urine sono meno acide.

La prima forma di bromelina ad esser individuata fu la bromelina tratta dal frutto di ananascaratterizzata grazie a studi sul suo utilizzo nella medicina popolare. In generalerisulta pietre e prostatite efficace nel trattamento degli stati infiammatori dei tessuti molli associati a trauma, nelle infiammazioni localizzate specialmente in presenza di edemae nelle reazioni tissutali postoperatorie.

Gli steli pietre e prostatite alcune specie di questo genere sono appiattiti simili a foglie, mentre ce ne sono diversi altri che hanno decidui germogli che producono foglie più piccole del normale che crescono alternativamente sugli steli. Non sorprenderà il pietre e prostatite sapere che già nel passato Il Phyllantus niruriche cresce prevalentemente nelle foreste pluviali della Amazzoniavenisse utilizzato da alcune popolazioni indigene nel trattamento dei calcoli renali. Favorisce inoltre l'espulsione dei calcoli e della renella o "sabbia renale" ed ha proprietà antispasmodiche e decongestionanti.

Questa erba ha inoltre un'attività rilassante sulla muscolatura liscia del pietre e prostatite urogenitale, in particolare della prostata, determinando una riduzione del dolore che contraddistingue le prostatiti croniche: possiede un'attività antispasmodica accentuata, che permette di ridurre gli spasmi notturni che partono dalla zona del perineo, molto dolorosi ed acuti. L'estratto di Fillanto è inoltre impiegato come protettivo delle cellule epatiche, utile pietre e prostatite casi di steatosi epatica o epatiti di vecchia data.

Si è riscontrata anche un'attività utile contro l'ipertensione e i livelli alterati di colesterolo. Occasionalmente, il Phyllanthus Niruri è anche consigliato per curare infezioni batteriche, incluse prostatite infiammazione della ghiandola prostaticacistite infiammazione della vescica urinariae malattie veneree disturbi originati dal rapporto sessualeoltre a infezioni del tratto urinario.

Citrato di Potassio e di Magnesio. Si ricorda al lettore che nel la "Federal Drug Administration pietre e prostatite americana ha approvato l'uso del citrato di potassio e di magnesio nella prevenzione della calcolosi pietre e prostatite e nella calcolosi da acido urico. Utilizzando parole semplici possiamo dire che che questi favoriscono la formazione nell'urina di complessi solubili con il calcio.

In secondo luogo viene a correggersi la anomalia di iperacidità del pH urinariorendendo possibile le prevenzione sia dei calcoli contenenti calcio sia quelli composti da acido urico.

Questa combinazioneattiva nel prodotto Aposercrea una potente sinergia dal momento che la radice di ortica si occupa del lato estrogeno pietre e prostatite della prostata, mentre la Serenoa si occupa del lato androgeno. Entrambe le piante hanno effetti anti-infiammatori. Pietre e prostatite condotti su un totale di Questo sito utilizza i cookie. Questo sito utilizza i cookies.

I cookies aiutano a migliorare l'esperienza dell'utente e il sito. Ulteriori dettagli qui: Ulteriori dettagli qui: Informativa sui cookie Ok.