Metastasi in clinica osso per il cancro alla prostata

Metastasi ossee e tumore della prostata: quali sono le cure più recenti

Leucocitosi con prostatite

Le 'incubatrici' metastasi in clinica osso per il cancro alla prostata tumore Nel midollo osseo non abitano solo le staminali. Ci sono anche altre cellule che si 'travestono' da staminali L'attacco finale al cancro passa dalle ossa. Dopo un carcinoma al seno, alla prostata o al polmone, 3 malati su 4 sviluppano metastasi ossee. Il tema è stato al centro di un incontro di sensibilizzazione organizzato a Milano dal gruppo farmaceutico Amgen e patrocinato da Europa Donna, movimento fondato dall'oncologo Umberto Veronesi proprio per promuovere informazione e prevenzione.

Ma si è scoperto che il pericolo riguarda anche altri carcinomi come ad esempio quello intestinale, non classificato come a rischio". Il capitolo metastasi ossee si sta ingrandendo sempre di più proprio per la diffusione della diagnosi precoce e il progresso delle cure.

Fortunatamente "oggi i pazienti vivono di più e meglio - osserva Bertoldo - ma aumentando la sopravvivenza, cresce anche la possibilità che prima o poi si sviluppino metastasi osee". All'origine di tutto, continua Bertoldo, c'e' il fatto che "l'osso e' il 'serbatoio' delle cellule neoplastiche". Nel midollo osseo, infatti, non abitano solo le staminali. Ci sono anche altre cellule che si 'travestono' da staminali e occupano la loro casa. Non solo a livello osseo, ma anche a livello viscerale, in altri organi".

Una volta che il cancro comincia a 'erodere' l'osso, fino a 7 malati su 10 sperimentano i cosiddetti eventi scheletrici correlati. Con un conseguente impatto molto pesante sulla metastasi in clinica osso per il cancro alla prostata, anche perche' "ogni complicanza raddoppia il rischio che ne insorgano altre". Nonostante la gravita' del problema, "anche a livello degli oncologi resiste purtroppo un difetto di comunicazione", ammette Michele De Laurentiis, Dipartimento di metastasi in clinica osso per il cancro alla prostata e oncologia molecolare e clinica dell'universita' Federico II di Napoli.

Eppure "esistono già dei farmaci efficaci - dice Bertoldo - e altre terapie sono in arrivo, anche in Italia. Sono principi attivi di nuova generazione che hanno centrato target biomolecolari molto precisi". Tra queste il denosumab, già autorizzato con iter accelerato in Usa e Ue per la prevenzione degli eventi scheletrici correlati nei pazienti con metastasi ossee da tumori solidi.

Il farmaco è atteso nel nostro Paese entro la fine del Accanto alle cure, sempre più intelligenti e mirate, tra le parole d'ordine contro il cancro ci sono sempre prevenzione e informazione. Questa la missione di Europa Donna, ricorda durante l'incontro Antonella Moreo, cardiologa e delegato europeo dell'associazione non profit.

L'associazione è attiva dal con iniziative di sensibilizzazione concrete. La prossima è in programma il 10 ottobre al Teatro Franco Parenti di Milano: la serata vedrà protagonista un'attrice sopravvissuta a un cancro al seno, e lo show sarà seguito da un dibattito con esperti.

Rai easy web Solo testo Feed Rss. Titoli di Stato Obbligazioni Warrants Diritti.