Il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari

Buonasera Dottore - Tumore alla prostata: Una nuova cura

Iperplasia prostatica Prostamol

Al pari delle sigarette o dell'amianto, anche i solarium sono stati dichiarati cancerogeni dall'OMS. Una misura che ha spinto l'Ufficio federale della sanità a elaborare una legge specifica. Ma i raggi ultravioletti sono davvero nemici della salute? Per gli amanti di un'abbronzatura "mordi e fuggi", da sfoggiare giorni l'anno, non ci sono più alibi: i raggi ultravioletti di lampade e lettini autoabbronzanti possono favorire lo sviluppo di un tumore.

L'allarme lanciato dall'OMS non giunge comunque inaspettato. Da anni infatti la Lega svizzera contro il cancro ed altre organizzazioni per la promozione della salute mettono in guardia contro lampade e lettini autoabbronzanti. Ma i solarium sono davvero più pericolosi del sole? Il successo dei solarium è legato soprattutto all'immediatezza dei risultati, oltre che alla facilità di accesso di questi esercizi. Pubblicati sulla rivista Lancet Oncologysono proprio questi risultati allarmanti ad aver spinto l'OMS a dichiarare cancerogeni tutti i solarium.

Il problema del cancro alla pelle tocca particolarmente da vicino la Svizzera, al secondo posto tra i paesi europei con più casi e al quinto su scala mondiale. Le ultime cifre della Lega svizzera contro il cancro sono inquietanti: nel periodo tra il e ilannualmente sono stati diagnosticati oltre 1' nuovi casi di melanoma, per il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari mortalità annua di persone. Cifre che vanno probabilmente riviste al rialzo, dato che in Svizzera non c'è l'obbligo di dichiarare la presenza di un tumore.

Attualmente non esiste una base legale federale per l'utilizzo dei solarium, ma soltanto norme di sicurezza per la loro produzione. Da qui la decisione delle autorità di elaborare una nuova legge su tutti gli apparecchi che emettono raggi ionizzanti, come i telefoni cellulari, i solarium, i laser o le applicazioni cosmetiche. Un primo progetto dovrebbe essere pronto entro la fine dell'anno. L'UFSP e diversi parlamentari sostengono l'introduzione di un divieto dell'uso dei solarium ai minori di 18 anni, la cui pelle è molto più sensibile rispetto a quella degli adulti.

Questa misura — prosegue Beat Gerber — dovrebbe andare di pari passo con la chiusura dei solarium incustoditi, già in vigore in diversi paesi come gli Stati Uniti, la Germania, l'Italia o la Francia. Dal canto suo, la Lega svizzera contro il cancro sta conducendo da anni una campagna contro l'abbronzatura.

La speranza dell'associazione è dunque che questa corsa alla tintarella sia soltanto una moda passeggera. Il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari secoli scorsi, ad avere la pelle abbronzata era soltanto chi lavorava all'aperto - nei campi o sui cantieri — ed apparteneva quindi a un ceto sociale povero. Il pallore del volto era dunque tipico degli aristocratici e dei nobili, che spesso l'accentuavano con l'uso di prodotti cosmetici, mentre l'abbronzatura era più una conseguenza che una scelta.

Questo almeno il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari a pochi anni fa, quando l'aumento dei tumori alla pelle ha portato a una maggiore presa di coscienza degli effetti dannosi dei raggi ultravioletti. Un'esposizione moderata esercita infatti un influsso positivo sulla salute psico-fisica dell'uomo. Diversi studi hanno dimostrato che i raggi ultravioletti favoriscono l'aumento di endorfine, le molecole responsabili della sensazione di benessere, e hanno un impatto importante nella prevenzione della depressione.

Il sole, inoltre, è tra i migliori integratori di vitamina D, una sostanza fondamentale per la salute delle il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari. E recenti studi il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari di San Diego hanno sottolineato il ruolo della vitamina D nella prevenzione dei tumori al colon, alla prostata e al seno.

Sul tema continua dunque a regnare una certa confusione: i raggi ultravioletti sono amici o nemici dell'uomo? Niente sole dunque tra le 11 e le 15, cappellino e occhiali obbligatori, e infine un buon strato di crema con un indice superiore al Stefania Summermatter, swissinfo. L'UFSP sconsiglia l'uso dei solarium a tutti i bambini e agli adulti che: - hanno una pelle molto chiara; - hanno una malattia della cute; - hanno tanti nei o una tendenza alle lentiggini; - hanno subito numerose scottature dovute al sole soprattutto durante l'infanzia ; - nella propria famiglia contano parenti che hanno sviluppato un melanoma; - fanno uso di medicamenti riconosciuti come foto attivi.

Un terzo dei casi di cancro potrebbe essere guarito se fossero diagnosticati per tempo e trattati correttamente. Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.

Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati. Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto Fine della finestrella. Stop ai solarium L'UFSP sconsiglia l'uso dei solarium a tutti i bambini e agli adulti che: - hanno una pelle molto chiara; - hanno una malattia della cute; - hanno tanti nei o una tendenza alle lentiggini; - hanno subito numerose scottature dovute al sole soprattutto durante l'infanzia ; il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari nella propria famiglia contano parenti che hanno sviluppato un melanoma; - fanno uso di medicamenti riconosciuti come foto attivi.

Parole chiave. Società Salute. Neuer Inhalt Horizontal Line. Contenuto esterno Sondaggio Elezioni federali Indirizzo e-mail. Utilizzare l'articolo Solarium cancerogeni: l'OMS lancia l'allarme Stefania Summermatter 25 agosto - Al pari delle sigarette o dell'amianto, anche i solarium sono stati dichiarati cancerogeni dall'OMS. Giovani a rischio di melanoma L'allarme lanciato dall'OMS non giunge comunque inaspettato. Pubblicati sulla rivista Lancet Oncology, sono proprio questi risultati allarmanti ad aver spinto l'OMS a dichiarare cancerogeni tutti i solarium.

Svizzera chiamata a legiferare Attualmente non esiste una base legale federale per l'utilizzo dei solarium, ma soltanto norme di sicurezza per la loro produzione. Pallido o abbronzato? Questione il trattamento del cancro della prostata in Germania senza intermediari moda Dal canto suo, la Lega svizzera contro il cancro sta conducendo da anni una campagna contro l'abbronzatura.