Il cancro alla prostata fase di designazione

E Medicina - IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO DEL TUMORE ALLA PROSTATA

Vibratore per il massaggio della prostata per gli uomini.

La sopravvivenza libera da metastasi mediana è stata di 40,4 mesi nel braccio darolutamide e di 18,4 mesi nel braccio placebo, con un il cancro alla prostata fase di designazione complessivo mediano di 22 mesi. È stato il cancro alla prostata fase di designazione anche un trend positivo nella sopravvivenza globale OS e in tutti gli altri endpoint secondari è stato evidenziato un beneficio in favore di darolutamide.

Gli esiti in termini di qualità il cancro alla prostata fase di designazione vita sono risultati simili tra i gruppi di trattamento. Fields, M. Risultati dettagliati dello studio Il beneficio in termini di MFS osservato con darolutamide è risultato coerente in tutti i sottogruppi di pazienti. Inoltre, darolutamide associato ad ADT ha dimostrato un beneficio significativo rispetto a placebo e ADT in termini di tempo alla progressione del dolore 40,3 mesi rispetto a 25,4 mesi e di tempo alla chemioterapia citotossica mediana non raggiunta rispetto a 38,2 mesi.

Anche un altro endpoint secondario, il tempo al primo evento scheletrico sintomatico SSEha evidenziato un beneficio in favore di darolutamide mediana non raggiunta. Rispetto al placebo associato ad ADT, darolutamide associato ad ADT non ha evidenziato un aumento delle percentuali dei principali AE, inclusi, ad esempio, convulsioni, cadute, fratture, rash cutaneo, disturbi cognitivi, deficit neurologici o ipertensione.

Informazioni sul carcinoma prostatico resistente alla castrazione CRPC Il carcinoma prostatico è il secondo tumore più diagnosticato nella popolazione maschile in tutto il mondo. Si stima che nelnel mondo, 1,2 milioni di uomini abbiano ricevuto una diagnosi di carcinoma prostatico e circa Il carcinoma prostatico rappresenta la quinta causa di decesso per tumore negli uomini.

Tuttavia, in quasi tutti i casi, alla fine il tumore diventa resistente alla terapia ormonale tradizionale. Negli uomini affetti da nmCRPC progressivo, un breve tempo di raddoppiamento del PSA è stato associato in maniera significativa a una riduzione del tempo alla comparsa della prima metastasi e alla morte.