Il cancro alla prostata al Forum

In quale stadio del tumore alla prostata è più indicata la radioterapia?

Il cancro alla prostata del padre

La cistoscopia è un esame diagnostico effettuato in presenza di sospette malattie riguardanti uretra, vescica e prostata, come ad esempio l'ematuria, il dolore pelvico e le infezioni recidivanti, la v Le instillazioni endovescicali consistono nella somministrazione di un farmaco che serve a impedire la recidiva di un tumore alla vescica nei pazienti che ne hanno avuto uno.

Attraverso un piccolo c Si chiama adenocarcinoma il tumore maligno che ha origine nell'epitelio delle ghiandole, ossia nel t Il tumore della prostata è la neoplasia più comune tra gli uomini sopra i 65 anni di e E' questo il risult Il Dr Giuseppe Quarto urologo andrologo con sede a Napoli, grazie a una vasta es Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica. Verifica qui.

ABCsalute S. Milano n. Home Comitato medico scientifico Org. Forum Medico chiedi un consulto gratuito Notizie per la Salute news e approfondimenti Trova lo Specialista schede di medici, esperti e cliniche. Adenocarcinoma prostata 7 messaggi. Adenocarcinoma prostata. Buongiorno, Sono un uomo di anni Dopo aver ottenuto i risultati dell'analisi del PSA ultimo esame svolto: 3 anni fa che dava i seguenti valori: 5.

Vi vorrei chiedere un riscontro in merito alla diagnosi e, in seconda battuta, anche riguardo al percorso terapeutico consigliato nel mio caso. Un ultimo ragguaglio, se non chiedo troppo, riguarderebbe i centri più competenti in Italia relativamente alla tecnica che mi suggerirete. Ringraziando vivamente sin d'ora, porgo distinti saluti. Marco P. Aggiungo, a titolo di completezza, che sono un soggetto iperteso diastolica elevata. Gentile Signore, oltre che la prostatectomia radicale retropubica personalmente mi farei operare con questa tecnica, ma ripeto è una convinzione personale esiste quella laparoscopica altrettanto valida.

Nel suo caso potrebbe considerare anche la radioterapia ,tenuto conto ,anche ,del basso grado di malignità della sua patologia. Cordiali saluti.

Mario De Siati. In genere è ritenuto candidabile ad intervento di prostatectomia radicale, con intento curativo, il paziente con neoplasia prostatica clinicamente localizzata, con aspettativa di vita di almeno 10 anni e in condizioni generali soddisfacenti. La radioterapia esterna sui pazienti con cancro prostatico localizzato offre risultati sulla sopravvivenza molto simili a quelli ottenuti con la terapia chirurgica radicale. Anche la radioterapia convenzionale presenta della complicazioni non indifferenti.

In considerazione della sua età ,delle sue condizioni generali e dell esame istologico Il cancro alla prostata al Forum consiglierei l intevento chirurgico di prostatectomia radicale laparoscopica. Cordiali saluti Dr. Sempreboni, 5 Vi ringrazio molto per le risposte, chiare e dettagliate.

Gentile utente, rispondo solo ora alla sua domanda. Per quanto io ritenga assolutamente valide lerisposte dei miei colleghi,mi sembra di voler segnalare la possibilità che la Sua malattia non possa essere stata stadiata cioè valutata correttamante. Dal esistono delle linee guida per eseguire delle biopsie prostatiche,purnon conoscendo le dimensioni della Sua prostata,con 10 prelievi siamo sotto il minimo necessario che dovrebbe comprendere 12 prelievi.

La saluto dopo questa riflessionenotturna post feriale. Andrea Loreto Il cancro alla prostata al Forum. Ringrazio anche Lei, Dott. Loreto, per la cortese risposta. Mi ero documentato in rete circa le linee guida per le biopsie prostatiche da Lei citate preciso: parlo con la massima modestia,visto che non ho competenze mediche Ero quindi intenzionato a ripetere le analisi, ma avendo avuto da più parti suggerimenti in direzione di un intervento di prostatectomia radicale la maggior parte dei pareri raccolti propenderebbe per una soluzione laparoscopica, a patto di scegliere un centro di lunga esperienza in tale tecnicaho ritenuto non più il caso di ripetere la biopsia che, in ogni caso, richiederebbe Il cancro alla prostata al Forum lasciar trascorrere un certo lasso di tempo da quella appena effettuata.

In merito al Suo suggerimento di "sorveglianza attiva", volevo farLe presente qualche riflessione: i valori Il cancro alla prostata al Forum che ho inizialmente citato e che mi hanno spinto fortunatamente ad ulteriori analisi erano raddoppiati nel volgere di Il cancro alla prostata al Forum anni Inoltre, le altre opzioni terapeutiche da Lei citate radioterapia, brachiterapia, crioterapia porterebbero solo ad una cura della patologia senza una guarigione definitiva come garantirebbe l'intervento di asportazione?

Se posso esprimermi in modo Il cancro alla prostata al Forum anche se il focolaio fosse soltanto quello evidenziato dalla biopsia, intervenendo per via non chirurgica radicale, sussisterebbe Il cancro alla prostata al Forum la possibilità di una recidiva oppure di lasciare qualche insorgenza di focolai magari attualmente troppo piccoli per essere rilevati?

Se vorrà replicare, mi farà molto piacere. Ringraziando, porgo i migliori saluti. In presenza di carcinoma protatico localizzato,in paziente in buone condizioni la prostatectomia radicale laparoscopica consente di ottenere risultati ottimi sia per qanto riguarda il contollo oncologico che i risultati funzionali relativi alla continenza prcoce e al mantenimento della potenza sessuale.

Le caisiteche sono attualmente ampiamente consolidate Anche in Italia oggi ci sono centri dove l'intervento viene eseguito con competenza. Recentemene una ulteriore evoluzione dell tecnica consente di eseguire l'intervento laparoscopico con l'utilizzo del robot da Vinci. I risultati di questa evoluzione tecnica consentono d ottenere risultati ancora migliori rispetto a quelli della laparoscopia. La mia personale esperienza mi ha permesso di apprezzare i successivi progressi e vantaggi del paziente essendo passato dalla tecnica chirurgica open tradizionale degli anni 80 e 90 alla laparoscopia da me praticata dal al alla robotica che è la tecnica che attualmente eseguo di routine con risultati più che buoni.

Spero che i dati che le ho fornito le possano essre utili per la decisione che dovrà prendere Prof Vincenzo Disanto Via dela Cosotituente 43 Bari Tel Cistoscopia La cistoscopia è un esame diagnostico effettuato in presenza di sospette malattie riguardanti uretra, vescica e prostata, come ad esempio l'ematuria, il dolore pelvico e le infezioni recidivanti, la v Instillazioni endovescicali Le instillazioni endovescicali consistono nella somministrazione di un farmaco che serve a impedire la recidiva di un tumore alla vescica nei pazienti che ne hanno avuto uno.

Precedente Successivo. Adenocarcinoma: tumore maligno dell'epitelio delle ghiandole Si chiama adenocarcinoma il tumore maligno che ha origine nell'epitelio delle ghiandole, ossia nel t Il tumore alla prostata è il cancro più Il cancro alla prostata al Forum tra gli uomini sopra i 65 anni Il tumore della prostata è la neoplasia più comune tra gli uomini sopra i 65 anni di e Dr Cuzari Stefania Urologia - Studio medico Dr Pozza Diego Andrologia - Studio di andrologia e di chirurgia andrologica Regolamento Netiquette Avvertenza Privacy Ricerca avanzata.