Cistite il cancro alla prostata

Infezioni Urinarie

Prostatite cronica prendere lesercito o no

Nel nostro Paese, fra gli uomini, esclusi i carcinomi cutanei, il tumore alla vescica è la quinta neoplasia più frequentemente Cistite il cancro alla prostata. La neoplasia è rara nei soggetti di età compresa fra i 30 e i 54 anni. La razza caucasica risulta essere quella più colpita.

Esistono diverse tipologie di classificazione dei tumori alla vescica. Semplificando, possiamo suddividerli in due grandi categorie:. I carcinomi ad aspetto nodulare o misto sono generalmente forme ad alto grado di malignità e decisamente invasivi. Fra le neoplasie appartenenti alla categoria dei tumori non uroteliali, le forme più comuni sono i carcinomi della vescica a cellule squamose e gli adenocarcinomi; i primi originano nelle Cistite il cancro alla prostata squamose, cellule che possono formarsi nella vescica a seguito di cronici processi infettivi o irritativi.

Il tumore alla vescica è Cistite il cancro alla prostata tumore raro prima dei 40 anni di età anche se, in letteratura, esistono casi di tumori alla vescica sviluppatisi in età pediatrica. Sesso — Il tumore alla vescica è nettamente più comune nei soggetti di Cistite il cancro alla prostata maschile il rapporto è Familiarità — La questione della familiarità come fattore di rischio nel tumore Cistite il cancro alla prostata vescica è argomento controverso.

Una ricerca condotta diversi anni faNegri et al. Il rischio di sviluppare un tumore alla vescica è circa volte superiore nei fumatori che nei non fumatori; il rischio si fa più elevato nei consumatori di sigarette con maggiore contenuto di amine aromatiche.

Negli ex-fumatori il rischio di contrarre un tumore alla vescica diminuisce con il trascorrere del tempo e torna allo stesso livello di quello dei non fumatori dopo circa dieci anni di astensione dal fumo.

Esposizione cronica ad amine aromatiche e a nitrosamine — I fattori occupazionali sembrano giocare un ruolo importante nello sviluppo del tumore alla vescica.

Disturbi cronici alla vescica — Coloro che soffrono di disturbi cronici alla vescica infezioni ricorrenticalcoli urinari ecc. Molti studi, viceversa, riportano una relazione inversa tra rischio di tumore alla vescica e consumo di frutta e verdura. La ciclofosfamide è un chemioterapico utilizzato nel trattamento di diverse forme tumorali, ma Cistite il cancro alla prostata anche usato per trattare alcune malattie autoimmuni quali il lupus eritematoso sistemicola sclerosi multiplala granulomatosi di Wegener ecc.

I soggetti affetti da linfoma non-Hodgkin che vengono trattati con ciclofosfamide presentano un aumento del rischio dose-dipendente di contrarre il tumore alla vescica. Trattamenti radioterapici — È stato evidenziato un aumento del rischio di tumore alla vescica in soggetti che sono stati precedentemente trattati con radioterapia per tumore alla prostata o tumore al testicolo dopo circa anni di follow-up.

Per quanto riguarda le donne, dopo anni di follow-up, esiste un aumento del rischio di tumore alla vescica se sono state precedentemente trattate con radioterapia per tumore della cervice. Il meccanismo attraverso il quale tale parassita induce la trasformazione neoplastica non è noto. Si suppone che, durante il processo infiammatorio causato dal parassita, vengano prodotte sostanze tossiche ad Cistite il cancro alla prostata cancerogena.

Lo Schistosoma haematobium è un parassita particolarmente diffuso in Egitto, in Iraq e in Sudafrica. In queste zone, le uova di Schistosoma sono maggiormente associate ai tumore a cellule squamose piuttosto che a quelli a cellule transazionali. Va comunque ricordato che circa un quarto dei soggetti con tumore alla vescica possono non presentare ematuria. In alcuni casi, i soggetti affetti da tumore alla vescica sentono il bisogno di urinare con maggiori frequenza e urgenza del normale.

Di norma, le forme di tumore alla vescica non invasive non sono causa di dolore vescicale e raramente provocano disuria e urgenza minzionatoria. La cistoscopia viene effettuata introducendo nella vescica un tubo a fibre ottiche. Il metodo è alquanto fastidioso, ma consente di prelevare campioni di tessuto per le analisi microscopiche. Di notevole importanza è anche la ricerca di cellule neoplastiche nelle urine.

La PET è una tecnica diagnostica che è Cistite il cancro alla prostata grado di evidenziare lesioni molto piccole. Il trattamento del tumore alla vescica ha a disposizione diverse opzioni fra cui chirurgiaradioterapia e chemioterapia. Nelle forme tumorali superficiali a carattere recidivante, oltre alla resezione endoscopica si effettuano instillazioni vescicali con farmaci chemioterapici. Queste instillazioni locali hanno minori effetti collaterali rispetto a somministrazioni chemioterapiche di tipo sistemico.

Le forme tumorali superficiali ad alto grado vengono talvolta trattate con sostanze che stimolano il sistema immunitario del paziente. Le lesioni tumorali di tipo superficiale vengono trattate in alcuni centri attraverso una metodica denominata termo-chemioterapia vescicale. La radioterapia viene utilizzata per distruggere le cellule tumorali e per ridurre le dimensioni della lesione tumorale.

I farmaci chemioterapici più spesso utilizzati nel trattamento del tumore alla vescica sono il cisplatino, la gemcitabina, vinblastina, il metotrexate, le antracicline, i taxani ecc.

Un virus del raffreddore contro il cancro della vescica.