Cancro della prostata è stadio terminale

Il mio medico – Cancro alla prostata : le nuove terapie

Analoghi Diclofenac per la prostata

Riportiamo integralmente un articolo uscito sul New York Times il giorno 5 agosto di questo anno che affronta un problema che riguarda tutti i pazienti ed i familiari che devono decidere se e come continuare le terapie per le fasi avanzate di un tumore.

Troppo spesso, le persone con tumori cancro della prostata è stadio terminale perseguono la terapia oltre ogni speranza di beneficio - tranne, forse, quello economico che favorisce gli interessi delle case farmaceutiche. Invece che godersi le sue ultime settimane di vita con le persone e i luoghi che amava, li aveva sperperati in trattamenti farmacologici che stravolgevano le sue giornate peggiorando la qualità della sua vita.

Ci sono molte ragioni per cui questo accade. Alcuni pazienti non hanno la consapevolezza che la cancro della prostata è stadio terminale morte è imminente e alcuni medici non ammetteranno mai che non ci sono ulteriori opzioni terapeutiche per contenere la malattia. Altri con tumori inarrestabili pensano che se rimangono in vita abbastanza a lungo, potrebbe uscire un nuovo trattamento capace di modificare il loro destino.

Questa considerazione dovrebbe valere per qualsiasi disturbo per il quale non esiste più un trattamento efficace o quando gli effetti dannosi del trattamento superano di gran lunga qualsiasi beneficio immaginato, e soprattutto quando i pazienti cancro della prostata è stadio terminale che la loro malattia o i suoi trattamenti rendono la loro vita non degna di essere vissuta.

Sebbene quasi 'più di due terzi dei malati di cancro trattati negli Cancro della prostata è stadio terminale Uniti siano considerati curati, questo è principalmente il risultato della diagnosi precoce e delle combinazioni di chirurgia, radioterapia e trattamenti di chemioterapia sviluppati negli ultimi decenni. La dott. In effetti, molti esperti sospettano che alcuni tumori individuati attraverso una diagnosi precoce non sarebbero mai risultati fatali anche se privi di un trattamento.

Ma una volta che i tumori solidi come tumori al seno, al colon, cancro della prostata è stadio terminale polmoni e alla prostata si sono diffusi ben oltre gli organi da cui sono iniziati - i cosiddetti tumori di stadio 4 o in fase metastatica - la cura è raramente, se mai, possibile, sebbene i trattamenti cancro della prostata è stadio terminale l'immunoterapiaad esempio, possano a volte prolungare la vita per mesi ed oltre.

Le prospettive per fortuna sono di gran lunga migliori per i tumori del sangue e dei sistemi linfatici. Nella migliore delle ipotesi, i trattamenti spesso molto costosi oggi disponibili per trattare i pazienti con tumori ad uno stadio molto avanzato fanno poco più che rimandare l'inevitabile e possono rendere i pazienti ancora più debilitati.

Quando la chemioterapia viene utilizzata in modo palliativo per ridurre i tumori che provocano dolore, è importante sapere quando fermarsi perché ad un certo punto la terapia non serve se non a peggiorare il quadro clinico. Come ha scritto la dott. Una giovane donna che avevo conosciuto è morta di cancro al colon a 31 anni ed ha usato le poche settimane rimaste per finire di scrivere un'opera.

Ma gli esperti che si concentrano sulla qualità della vita sostengono che dovrebbe spettare ai pazienti decidere se la continuazione del trattamento valga i costi. E non solo i costi personali, ma anche quelli economici, dato che alcune nuove terapie costano centinaia di migliaia di dollari all'anno.

Inoltre, affermano questi esperti, la decisione di continuare il trattamento dovrebbe basarsi su una consulenza onesta e concreta, non su un pio desiderio o sulla pressione dei familiari. Oggi la decisione cancro della prostata è stadio terminale più complicata che nei decenni passati perché alcuni trattamenti moderni sono meno tossici della chemioterapia tradizionale e perché ora ci sono modi per contrastare, anche se non necessariamente eliminare, gli effetti collaterali devastanti di molti trattamenti.

I centri medici, i media e ora Internet contribuiscono ad aumentare i dilemmi terapeutici promuovendo i primi risultati promettenti di nuove terapie, dando ai pazienti e alle loro famiglie una rinnovata speranza di sopravvivenza. Mi chiedo anche quanto spesso gli oncologi suggeriscano un trattamento sperimentale più a beneficio della ricerca scientifica che per i pazienti che stanno curando.

Sulla base dell'esperienza della mia famiglia, l'onestà sull'obiettivo cancro della prostata è stadio terminale la migliore politica. Nelquando mia madre stava morendo di cancro alle ovaie, il suo oncologo molto ammirato e schietto, il dottor David A.

Ma lo stesso medico propose di provare alcuni farmaci sperimentali che potevano rivelarsi utili per i pazienti con malattia meno avanzata. Anche quando le persone con tumore avanzato sono relativamente in buona salute, tentare ancora un altro ciclo di cancro della prostata è stadio terminale spesso peggiora la qualità della vita nelle loro ultime settimanecome ha evidenziato uno studio del su pazienti con tumori solidi metastatici e una prognosi di sopravvivenza di sei mesi o meno.

Circa la metà dei pazienti in questo studio ha optato per la chemioterapia allo stadio terminale. Per coloro che all'inizio risultavano molto malati, la qualità della vita nella loro ultima settimana non fu peggiore di quella osservata se avessero saltato ulteriori trattamenti.

Holly G. Prigerson del Weill Cornell Medical College, che ha diretto lo studio, si aspettava che i pazienti più sani presentassero migliori risultati e fu sorpreso dai dati finali. Come ha scritto il Dr. Charles D. Ma l'obiettivo di tale terapia palliativa dovrebbe essere spiegato ai pazienti per non dare loro false speranze di cura.

Cerca Cerca Consigli utili Volume sugli anziani Letture consigliate Il lato oscuro della medicina. Bibliografia Cancer Treatment at the End of Life. Jane E. Prigerson, et al. JAMA Oncol. Designed by atjoomla.